BOLOGNA CITTÀ RESILIENTE: GST4WATER ALLA CALL FOR ACTION

Tra gli oltre 60 progetti che hanno risposto venerdì 3 marzo 2017 alla Call to Action dell’Urban Center del Comune di Bologna e di Climate Kic, anche “Green Smart Technology for Water”, il progetto di rcerca finanziato dal POR FESR che vede come partner cinque laboratori dell’Università di Ferrara, di Bologna e dell’Enea.

Il prof. Marco Maglionico, del CIRI-EC Edilizia e Costruzioni, laboratorio dell’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna, ha illustrato presso la Salaborsa il progetto per l'utilizzo sostenibile della risorsa idrica negli edifici e in ambito urbano, nell’ambito della call to action che l’Urban Center del Comune di Bologna ha promosso per costruire l’Agenda della Resilienza del territorio felsineo, insieme all’organizzazione Climate Kic.

Sono stati oltre 60 i progetti in ambito ambientale, delle risorse idriche, della mobilità, dell’efficienza energetica, della conservazione dei beni culturali, che hanno risposto a questa chiamata, funzionale a mappare tutte le idee e proposte che provengono dalle Università, dalla ricerca industriale, dalle imprese e organizzazioni no profit, ma anche da semplici cittadini.

Questi progetti sono stati suddivisi in 3 gruppi trasversali: ciascun relatore ha avuto quindi alcuni minuti a disposizione per presentare la propria idea o progetto, e rispondere poi alle domande del pubblico, sia per approfondire le opportunità che per un’attività di networking.

Numerosi i progetti di ricerca che provengono dal mondo universitario e che hanno riscosso l’interesse dei presenti per il livello di innovazione proposto. In particolare il progetto GST4Water ha approfondito le tematiche del recupero e riuso delle acque meteoriche attraverso il corretto dimensionamento dei serbatoi, che finora è stato un elemento cruciale del costo e dell’impiego di questi strumenti. Inoltre, a partire dall'esperienza del laboratorio presente in via Terracini a Bologna, presso la Sede della Scuola di Ingegneria e Architettura, è stato anche analizzato il comportamento idrologico dei tetti verdi, per i benefici che possono dare, se correttamente dimensionati, ai sistemi fognari delle città attraverso un rilascio lento e graduale delle acque piovane anche durante eventi meteorici estremi.

Appuntamento ora a fine aprile per la costruzione dell’Agenda della Resilienza, un piano di azioni concrete che – come spiegato da Valentina Orioli, Assessore Urbanistica e Ambiente del Comune di Bologna nel corso del convegno della mattina -  avrà tre priorità: 1) inquinamento ed emissioni, 2) compatibilità ambientale delle infrastrutture, 3) utilizzo e ripristino delle infrastrutture verdi e blu.

 

© 2017 Università degli Studi di Ferrara via Ariosto, 35 - 44121 Ferrara Tel. +39 0532 293111 Fax. +39 0532 293031 info@gst4water.it C.F. 80007370382 P.IVA 00434690384