INSTALLATI I KIT E I CONTATORI



In queste settimane è proseguito il lavoro di installazione dei contatori e dei kit di monitoraggio nei laboratori di campo coinvolti nel progetto e precisamente a Bologna, Ozzano Emilia presso la piscina di Sogese, partner del progetto, e presso le abitazioni di alcune famiglie che si sono rese disponibili a partecipare a questa sperimentazione.

I contatori indoor e outdoor registreranno quindi i consumi dei singoli apparecchi sanitari e quelli complessivi dell'edificio: i dati verranno poi trasmessi al kit di monitoraggio che a sua volta li invierà alla Piattaforma Cloud, da dove saranno disponibili per l'analisi e le elaborazioni, anche per identificare eventuali perdite.
Questo processo è il punto nevralgico degli obiettivi 1 e 2, coordinati dai Laboratori Terra&AcquaTech e MechLav dell'Università degli Studi di Ferrara; dimostrare la fattibilità di questo processo complessivo di gestione dei dati significa provare che il progetto di ricerca sta raggiungendo i risultati attesi sin dall'inizio.
Nelle prossime settimane questa fase di "laboratorio di campo" si completerà con l'installazione di alcuni kit in abitazioni di Gorino (Ferrara), dove sono stati installati i contatori outdoor di nuova generazione, in collaborazione con il CADF.

FESTIVAL DELL'ACQUA: QUANTO STO CONSUMANDO?


Si è tenuto lunedì 9 ottobre alle 10.15, presso l'Università degli Studi di Bari, il convegno dal titolo: "GST4Water: Quanta acqua sto consumando?" dedicato proprio al nostro progetto di ricerca, che è stato illustrato dal Responsabile Scientifico, prof. ing. Marco Franchini, dal prof. Stefano Alvisi (Laboratorio Terra&AcquaTech dell'Università degli Studi di Ferrara), dall'ing. Marco Govoni (Laboratorio MechLav dell'Università degli Studi di Ferrara), dal prof. Marco Maglionico e dal prof. Vittorio Di Federico (entrambi del Laboratorio CIRI-EC dell'Alma Mater Studiorum - Università di Bologna).
Il convegno è stato organizzato nell'ambito della manifestazione "Festival dell'Avqua", promossa da Utilitalia, 
Federazione che riunisce le Aziende operanti nei servizi pubblici dell'Acqua, dell'Ambiente, dell'Energia Elettrica e del Gas; la manifestazione, giunta alla sua quarta edizione dopo Genova (2011), L'Aquila (2013) e Milano (2015), è punto di riferimento per tutti gli addetti ai lavori del settore idrico.

GST4Water al VII Seminario GeRI a Gaeta

Il progetto di ricerca sarà presentato a Gaeta i prossimi 22 e 23 giugno, in occasione del prossimo seminario GeRI - Gestione e Riabilitazione Infrastrutture Idrauliche organizzato dall'Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, dall'Università degli Studi di Perugia, dal Centro Studi Sistemi Idrici, dall'Ordine degli Ingegneri delle Province di Frosinone e Latina, dall'Associazione Idrotecnica Italiana - Gruppo Italiano di Idraulica.
Alla mattina di giovedì 22 presso il Castello Angioino-Aragonese, questi saranno i primi interventi:
  • Smart metering per il monitoraggio e contenimento delle perdite idriche a livello di distretto e di utenza: primi risultati del progetto GST4Water - relatori; Luciani C., Casellato F., Alvisi S., Franchini M. - Università di Ferrara
  • GST4WATER: gestione e riuso delle acque negli edifici - relatori: Cipolla S.S., Maglionico M. - Università di Bologna
  • Uso sostenibile della risorsa idrica in GST4Water - relatori: Di Federico V., Liserra T., Di Fusco E., Buroni G. - Università di Bologna
Per ulteriori informazioni: www.seminariogeri.unicas.it

BOLOGNA CITTÀ RESILIENTE: GST4WATER ALLA CALL FOR ACTION

Tra gli oltre 60 progetti che hanno risposto venerdì 3 marzo 2017 alla Call to Action dell’Urban Center del Comune di Bologna e di Climate Kic, anche “Green Smart Technology for Water”, il progetto di rcerca finanziato dal POR FESR che vede come partner cinque laboratori dell’Università di Ferrara, di Bologna e dell’Enea.

Il prof. Marco Maglionico, del CIRI-EC Edilizia e Costruzioni, laboratorio dell’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna, ha illustrato presso la Salaborsa il progetto per l'utilizzo sostenibile della risorsa idrica negli edifici e in ambito urbano, nell’ambito della call to action che l’Urban Center del Comune di Bologna ha promosso per costruire l’Agenda della Resilienza del territorio felsineo, insieme all’organizzazione Climate Kic.

Sono stati oltre 60 i progetti in ambito ambientale, delle risorse idriche, della mobilità, dell’efficienza energetica, della conservazione dei beni culturali, che hanno risposto a questa chiamata, funzionale a mappare tutte le idee e proposte che provengono dalle Università, dalla ricerca industriale, dalle imprese e organizzazioni no profit, ma anche da semplici cittadini.

Questi progetti sono stati suddivisi in 3 gruppi trasversali: ciascun relatore ha avuto quindi alcuni minuti a disposizione per presentare la propria idea o progetto, e rispondere poi alle domande del pubblico, sia per approfondire le opportunità che per un’attività di networking.

Numerosi i progetti di ricerca che provengono dal mondo universitario e che hanno riscosso l’interesse dei presenti per il livello di innovazione proposto. In particolare il progetto GST4Water ha approfondito le tematiche del recupero e riuso delle acque meteoriche attraverso il corretto dimensionamento dei serbatoi, che finora è stato un elemento cruciale del costo e dell’impiego di questi strumenti. Inoltre, a partire dall'esperienza del laboratorio presente in via Terracini a Bologna, presso la Sede della Scuola di Ingegneria e Architettura, è stato anche analizzato il comportamento idrologico dei tetti verdi, per i benefici che possono dare, se correttamente dimensionati, ai sistemi fognari delle città attraverso un rilascio lento e graduale delle acque piovane anche durante eventi meteorici estremi.

Appuntamento ora a fine aprile per la costruzione dell’Agenda della Resilienza, un piano di azioni concrete che – come spiegato da Valentina Orioli, Assessore Urbanistica e Ambiente del Comune di Bologna nel corso del convegno della mattina -  avrà tre priorità: 1) inquinamento ed emissioni, 2) compatibilità ambientale delle infrastrutture, 3) utilizzo e ripristino delle infrastrutture verdi e blu.

 

INCONTRO BIMESTRALE DEL GRUPPO DI LAVORO


Si è riunito lunedì 13 marzo 2017, presso il Dipartimento di Ingegneria dell'Università degli Studi di Ferrara, il gruppo di lavoro del progetto GST4Water, composto da docenti e ricercatori dei laboratori Terra&AcquaTech e MechLav dell'Ateneo estense, del CIRI-EA e CIRI-EC dell'Alma Mater Studiorum dell'Università di Bologna, di LEA ENEA.
Nel corso della riunione è stato fatto un punto della situazione sullo stato di avanzamento di ogni singolo obiettivo, delle criticità riscontrate in alcuni aspetti, oltre che dei prossimi appuntamenti di divulgazione del progetto.

In particolare:
  • Terra&Acqua Tech ha aggiornato sulla riprogrammazione dei contatori outdoor, che attualmente hanno un passo orario di un'ora (mentre prima era ogni 5 minuti); in questi mesi inoltre sono state analizzate le serie temporali dei consumi di ciascuna utenza, al fine di mettere in evidenza la presenza di perdite/anomalie in alcune utenze. E' stata inoltre illustrata la piattaforma per la presentazione dei dati agli utenti, piattaforma che nelle ultime settimane il gruppo di lavoro ha iniziato a studiare e approfondire.
  • MechLav ha presentato, tra le altre cose, i risultati del questionario somministrato agli utenti di Gorino, che hanno consentito di comprendere meglio le esigenze degli utilizzatori finali del software, e lo stato dell'arte per la realizzazione dei kit di monitoraggio.
  • Enea ha informato il gruppo di lavoro sull'acquisto dei misuratori da applicare indoor, che si prevede verranno installati entro la primavera nelle abitazioni coinvolte e nella piscina gestita da SO.GE.SE. ad Ozzano.
  • CIRI-EC:  le serie storiche pluviometriche degli ultimi 26 anni in 12 località della Regione Emilia-Romagna sono state utilizzate per simulare il comportamento di differenti configurazioni di impianti per il recupero delle acque meteoriche; sono stati inoltre presentati i primi risultati in merito al comportamento idrologico del tetto verde sperimentale di via Terracini (Bologna). Viene esposto il modello che consente l'analisi dei consumi e il calcolo degli indicatori di sostenibilità, di consumo di gas ed elettrico, nonché di costo, a scala di singolo utente. Sono inclusi anche indicatori di sostenibilità derivanti dall'analisi LCA. 

Appuntamento a Bologna il 12 Giugno per il prossimo incontro!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER



Se sei interessato a ricevere aggiornamenti sul progetto GST4Water, sulle iniziative in corso e sugli stati di avanzamento, iscriviti alla nostra newsletter!

Pagina 1 di 2

© 2017 Università degli Studi di Ferrara via Ariosto, 35 - 44121 Ferrara Tel. +39 0532 293111 Fax. +39 0532 293031 info@gst4water.it C.F. 80007370382 P.IVA 00434690384